L’Italia dei Comuni va in bici

Cinquantuno le bandiere gialle 2021 della ciclabilità, assegnate alle amministrazioni dalla Federazione italiana ambiente e bicicletta. Al top Torino e le Marche con tre new entry

L’Italia dei Comuni che va in bici viene premiata: sono state 51 le bandiere gialle 2021 della ciclabilità, assegnate alle amministrazioni dalla Federazione italiana ambiente e bicicletta. Tra le varie regioni quella con le performance migliori sono le Marche con tre new entry su cinque, Ancona Civitanova e Sassoferrato, le altre due novità sono Camisano Vicentino, in provincia di Vicenza e Francavilla Fontana, Brindisi. Poi le altre 46 tra cu spiccano 13 capoluoghi: Torino, Trento, Arezzo, Bergamo, Bolzano, Ferrara, Grosseto, Parma, Pesaro, Piacenza, Pisa, Verona. Una menzione particolare a tre ComuniCiclabili che hanno migliorato il loro punteggio: passano da 2 a 3 bike-smile Verona, Desio (Mi) e Torino che oltre ad aver ampliato le zone bike, 30, ha tempestivamente applicato le nuove norme sulle corsie ciclabili. Il riconoscimento FIAB-ComuniCiclabili attribuisce un punteggio da 1 a 5 rappresentato da altrettanti “bike-smile” sulla bandiera. Per accedere al riconoscimento il comune deve possedere almeno un requisito in tre delle quattro aree di valutazione: uno nell’area “mobilità urbana” (ciclabili urbane /infrastrutture e moderazione traffico e velocità), uno nell’area “governance” (politiche di mobilità urbana e servizi), uno nell’area “comunicazione & promozione”, mentre non è obbligatorio per la valutazione d’accesso il requisito nell’area “cicloturismo”.

Total
2
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *